lunedì 28 marzo 2011

Mini portafoglio di breve. Un +6% in dieci giorni.

Lo scorso 17 marzo avevamo suggerito, attraverso un attento stock picking, la costruzione di un piccolo portafoglio, formato da sette titoli con una situazione tecnica interessante per cavalcare un eventuale rimbalzo del mercato azionario italiano. A dieci giorni esatti di distanza vediamo com'è andata. L'indice ha effettuato il rimbalzo come ci attendevamo, risalendo da 20900 circa fino a 22130 punti, e il nostro portafoglio è cresciuto oltre il 6% medio considerando i prezzi attuali. Vediamo le performance sulle singole posizioni nel dettaglio:

(Clicca per ingrandire)

Considerando la situazione tecnica dell'indice Ftse MIB, sul quale il rimbalzo potrebbe essersi esaurito tra la fine della scorsa ottava e l'inizio di questa, si può prendere in considerazione l'ipotesi di liquidare tutte le posizioni prendendo profitto e attendere una nuova correzione di assestamento del mercato. Altrimenti, volendo partecipare ad un eventuale allungo del rimbalzo, si possono mantenere le posizioni fissando dei livelli di take profit rigidi, per salvaguardare una buona parte del profitto realizzato. Qui di seguito i livelli di take profit e i target dei singoli titoli:

A2A: Target 1,165/17 con take profit secco in caso di ritorno sotto 1,13.

Atlantia: Target 16,20 con take profit sotto 16 euro.

Autogrill: Target 10/10,05 e take profit in caso di discesa sotto 9,70.

Buzzi Unicem: Target a 10,80/90 raggiunto, quindi take profit entrato.

ENI: Target 17,50 e take profit secco sotto 17,25.

Pirelli: Target 6,45/50 con take profit da applicare in caso di ritorno sotto 6,15.

Tenaris: Target 16,80/17,00 e take profit in caso di ritorno sotto 16,30.

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento